Navigazione veloce
Albo Sindacale

Albo Sindacale

Questa pagina ospita le comunicazioni delle OO SS e della RSU dell’Istituto 


Utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie 2018/2019: le date per presentare domanda

Il MIUR ha pubblicato la nota di trasmissione del CCNI comunicando le date della presentazione delle domande e la sintesi delle principali novità.

Dopo il confronto tra Ministero dell’Istruzione e sindacati, il 28 giugno 2018 è stata firmata l’ipotesi di contratto integrativo che definisce le operazioni di mobilità annuale per l’anno scolastico 2018/2019.

Tutte le principali novità e gli snodi essenziali del CCNI sono evidenziati nella nostra scheda di lettura.

Guida alle domande | Speciale

La nota 30691 del 4 luglio 2018 e un successivo avviso, pubblicati dal MIUR, definiscono le date per la presentazione delle domande di utilizzazione ed assegnazione provvisoria:

Docenti

  • infanzia e primaria: dal 13 luglio al 23 luglio 2018 (online)
  • secondaria di primo e secondo grado: dal 16 luglio al 25 luglio 2018 (online)

Utilizzazioni verso le discipline specifiche dei licei musicali

  • dal 16 luglio al 25 luglio 2018 (cartacea)

Personale educativo e docenti di religione cattolica

  • dal 16 luglio al 25 luglio 2018 (cartacea)

Personale ATA (ausiliario, tecnico ed amministrativo)

  • ancora da definire

Le domande online vanno inoltrate tramite IstanzeOnLine e completate con le autodichiarazioni che saranno predisposte dal MIUR nell’apposita sezione ministeriale della mobilità.

Le operazioni di utilizzazione ed assegnazione provvisoria avvengono su un contingente di posti che salvaguarderà i posti destinati alle assunzioni a tempo indeterminato e ai posti FIT previsti dal DLgs 59/2017.


Mobilità scuola 2018/2019: archiviata la “chiamata diretta” – da FLC CGIL

Firmato l’accordo per l’assegnazione da ambito a scuola del personale docente che avverrà sulla base del punteggio della mobilità. L’accordo si estende anche ai neoimmessi in ruolo.

Mobilità scuola 2018/2019 personale docente, educativo e ATA

Durante l’incontro del 26 giugno 2018, Ministero dell’Istruzione e sindacati hanno sottoscritto il CCNI per l’assegnazione del personale docente dall’ambito alla scuola.

Coerenti con il nostro profilo politico e in continuità con i risultati raggiungi già l’anno scorso, l’accordo prevede una procedura trasparente e oggettiva grazie alla quale gli Uffici scolastici territoriali procederanno ad individuare i docenti in base alle richieste dei docenti ed al loro punteggio della mobilità. L’accordo raggiunto si estende anche ai neoimmessi in ruolo per i queli è prevista l’assegnazione constestuale dell’ambito e della sede di incarico.

I docenti titolari di ambito al termine delle operazioni di mobilità potranno indicare, tramite POLIS, la scuola di partenza all’interno dell’ambito secondo questo calendario:

  • docenti del I ciclo (infanzia, primaria, secondaria di primo grado) dal 28 giugno al 5 luglio
  • docenti del II ciclo (secondaria di secondo grado) dal 14 luglio al 23 luglio.

In concomitanza con le stesse date, gli Uffici Scolastici territoriali inseriranno in POLIS le precedenze previste dall’articolo 13 del CCNI sulla mobilità.

Possiamo quindi affermare che, come nel caso dell’intesa sul bonus docenti, continua, attraverso la contrattazione, la nostra operazione di smantellamento degli aspetti più deleteri della legge 107/15, legge sbagliata ed inadeguata al contesto sociale e culturale della scuola di oggi.

In allegato il testo dell’Ipotesi di Contratto collettivo nazionale integrativo (CCNI) e quello della nota 29748 del 27 giugno 2018 che l’accompagna.


 

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie 2018/2019: sottoscritto il nuovo CCNI – dal sito FLC CGIL

Poche ma importanti le novità conquistate dal sindacato. In particolare, dopo una lunga trattativa, il MIUR ha convenuto con la nostra richiesta di una mobilità annuale straordinaria sui posti di sostegno in deroga per i docenti sprovvisti del titolo, ma con pregressa esperienza di insegnamento su sostegno. Cade il requisito della convivenza per il ricongiungimento ai genitori.

Speciale utilizzazioni e assegnazioni provvisorie 
Comunicato del MIUR

Due i punti principali riguardanti le assegnazioni provvisorie:

  1. cancellato l’obbligo di convivenza con il genitore al quale ci si intende ricongiungere (art. 7 co.1);
  2. è stata aggiunta una fase (la numero 41 dell’allegato 1) per permettere al personale docente sprovvisto di titolo di specializzazione sul sostegno di poter ottenere, in subordine ed in via derogatoria e straordinaria, il ricongiungimento per un anno anche su un posto di sostegno (art. 7 co.16), purché detto personale stia per concludere il corso di specializzazione su sostegno o abbia svolto almeno un anno di insegnamento su posto di sostegno anche con un contratto a tempo determinato.

Dunque, i docenti che hanno i requisiti per presentare domanda di assegnazione provvisoria sulla propria tipologia di posto o classe di concorso, se in possesso dell’ulteriore requisito previsto in via derogatoria (specializzazione di sostegno in via di acquisizione o in subordine un anno di insegnamento su posto di sostegno), potranno richiedere in aggiunta anche l’assegnazione sui posti di sostegno che rimangono disponibili al termine delle operazioni riguardanti sia i docenti di ruolo con il titolo, sia i supplenti sempre in possesso del titolo di specializzazione.

Questa ulteriore possibilità di mobilità annuale si è resa indispensabile per fare fronte a particolari esigenze familiari insorte a seguito dello scriteriato sistema di reclutamento su tutto il territorio nazionale imposto dalla legge 107/2015sistema che ha prodotto conseguenze negative pesanti su molte famiglie (l’articolato prevede infatti l’apertura della fase a tutti i docenti con requisito e l’applicazione delle precedenze previste dall’art. 8 dello stesso CCNI).

Per salvaguardare al massimo il diritto allo studio degli alunni con disabilità, l’operazione avverrà in via residuale sui posti disponibili autorizzati in deroga in organico di fatto e dopo i necessari accantonamenti per garantire il contingente delle nomine annuali dei precari con titolo di sostegno (sia delle graduatorie ad esaurimento sia delle graduatorie d’istituto) e il contingente delle immissioni in ruolo.

Grazie alla determinazione sindacale, alla fine abbiamo ottenuto per via contrattuale un primo risarcimento alle conseguenze del sistema di reclutamento della L.107/15 senza intaccare la qualità di insegnamento (dato che questa fase prevede un’esperienza pregressa su posto di sostegno) ed il diritto al lavoro dei docenti provvisti di titolo.

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie 2018/2019 personale docente, educativo e ATA


 

Mobilità Scuola 2018/19  Sottoscritta, mercoledì 7 marzo 2018, la proroga del CCNI dello scorso anno 


Convocazione Assemblea Zonale Como FLC-CGIL,  CISL,   UIL,   SNALS per il 7 novembre 2017


 

Convocazione RSU  Venerdì 20 Ottobre ore 15,00 Contrattazione_2_17_18