Navigazione veloce

2019 anno nuovo vita nuova

                                                           2019: anno nuovo, vita nuova!

Come consuetudine,  a fine anno riceviamo tantissimi messaggi ben auguranti per l’anno nuovo accompagnati da un “voler chiudere” in fretta , quasi a dimenticare, l’anno appena trascorso. Si fanno bilanci e si ricordano spesso gli eventi  negativi in una sorta di esorcizzazione mentre le sole gioie che si ricordano ancora, fortunatamente, sono le eventuali nascite. Si tende a “liquidare” subito  l’anno precedente,  a pensare ad altro ma  mi domando quale significato possa avere questa  modalità di augurare “buon anno”.  Credo si possa definire un “rito” legato  alla speranza di vivere qualcosa che sa di buono, di gioia, di felicità ma forse lo “carichiamo” eccessivamente di aspettative come quando, a esempio, “agogniamo” tanto le vacanze e poi magari ci capita una banale influenza e tutto diviene negativo.  Riflettevo, mentre “liberavo” dalla memoria del mio telefono i vari whatsapp ricevuti con immagini, video ecc.,  che ogni anno regala  bellezze e anche aspetti meno piacevoli; fare bilanci significa fermarsi, guardarsi indietro e scoprire che il positivo è sempre presente in ogni situazione, anche con azioni e avvenimenti semplici quali una carezza, un messaggio, un sorriso, una mail di qualche studente che ancora si ricorda di te. Perché “buttare via” tutto? Ogni anno che passa porta con sé gioie, dolori e tanto bene.  Amicizie e relazioni che diventano sempre più profonde, incontri sempre nuovi. Amicizie che si lasciano perché si prendono altre strade, amicizie che si rinnovano, amicizie nuove; quello che veramente ti fa vivere bene sono proprio le amicizie sincere, l’assaporare la gioia di un incontro, di una cena, di un’apericena (oggi molto in voga), l’accoglienza attenta di una confidenza, l’avverarsi di un aiuto reciproco, il sapere che puoi contare su qualcuno anche se non ci si vede da tanto tempo ma si ha la certezza di esserci reciprocamente nel momento del bisogno: questo  è quello che conferisce valore all’esistenza. Mi sono accorta di aver incrociato moltissime persone, con tante di loro ho condiviso parte del mio cammino mentre con alcuni, per motivi diversi, ci si vede meno ma sempre nella consapevolezza che quello che si è condiviso rimane nei cuori perché ti ha fatto “crescere”. Allora cosa augurare per un “nuovo anno”? Di non dimenticare quello trascorso archiviandolo come se non avesse contribuito ad arricchire la nostra persona, di fare tesoro quindi  di quanto abbiamo vissuto per continuare a esserci per noi, per gli altri e ricordarsi di alzare lo sguardo in “Alto” verso Qualcuno che tutto vede, a tutto provvede e tutto può.

la prof. Santina

scarica allegato  2019 anno nuova vita nuova_doc1

(articolo letto 22 volte)

  • Condividi questo post su Facebook

Lascia un commento

Devi fare il log in per inserire un commento.