Istituto Statale di Istruzione Superiore Paolo Carcano

Navigazione veloce.
menu principale | colonna di navigazione di sinistra | contenuto principale | colonna di navigazione di destra | piè di pagina

menu principale

colonna sinistra

contenuto principale

Lampi d'estate e fili colorati

selezione della 5C2 con preside Peverelli, vicepreside Grilli e prof Palazzi

Siamo arrivati in fondo all'anno scolastico, ed un paio di classi hanno scelto di festeggiarlo con le macchie di colore di magliette di cotone in stile flower-power.

Ha cominciato la 3M1, che ha voluto mettere alla prova le proprie non-più-acerbe conoscenze di chimica e di tecnica della nobilitazione, per tingere con il sistema che viene popolarmente detto tie-dye, su cui in rete (o negli armadi di genitori e zii...) trovate moltissimi esempi; con loro, abbiamo fatto un ripasso sulla preparazione delle soluzioni di coloranti con cui trattare le nostre magliette di cotone bianco, ed una anticipazione sui lavori stimolanti che ci aspettano per i prossimi due anni.

 

 

Fatta con un certo criterio ed un minimo di occhio chimico, la cosa da' dei buoni risultati, e pochi giorni dopo anche la 5C2 ha voluto provarci, per festeggiare la fine del loro cammino al Setificio coinvogendo anche preside e vicepreside, come si vede nella foto.

Se questi colori ed effetti solari ed onirici possono invitarci verso le vacanze estive, mi piace pensare che ci accompagnino senza che ci sia un drastico taglio con ciò che facciamo a scuola.

Se no sarebbe davvero triste - come se la scuola fosse il contrario di ciò che ci interessa e ci stimola? ma no!

Ragazze e ragazzi di terza, tanto per dire, oggi sono a metà di quel percorso che abbiamo proposto a partire da qest'anno, con una alternanza scuola-lavoro che sviluppi ulteriormente l'abitudine allo stage e che, significativamente, cuce insieme l'ultima settimana dell'anno scoalstico con la prima della pausa estiva.

Per le quinte - a proposito, tutti ammessi agli esami i macchiaioli della 5C2! - si tratta di vedere se la propria intelligenza sa essere sia analitica sia creativa, cominciando da questa prova in quattro tempi che chiamiamo esame di stato.

Ma torniamo ai nostri colori: queste tinture localizzate  sono una derivazione, spettacolare ma anche un po' rudimentale, delle molte procedure per la decorazione dei tessuti di origine soprattutto asiatica, che usano diversi metodi per colorare le fibre in modo differenziato. Si va dalle varianti dello shibori giapponese, una delle quali corrisponde abbastanza a quel che abbiamo fatto con elastici e spruzzette, al leheriya indiano concettualmente abbastanza simile, al celebre ed affascinante batik dell'area indonesiano - malese ed a molte altre tecniche ibride fra la tintura e la stampa. Una forma d'arte, e al tempo stesso di produzione tecnologica, che permette risultati semplici o anche estremamente elaborati, coniugando tinture a pieno bagno e apposizioni localizzate, processi a corrosione ed a riserva. Che riprende tradizioni millenarie per rilanciarle con le tendenze della moda. La chimica antica e moderna in tutto il suo splendore, insomma...

Oggi che la stampa inkjet, nel nostro territorio, si confronta e si bilancia con la serigrafia, ed insieme hanno rilanciato anche in termini di successo economico la tradizione creativa di disegnatori, chimici e tessitori comaschi, perchè non riempirci gli occhi dei colori e dei disegni che incontreremo nella nostra estate, per arrivare a settembre con tante nuove idee da mettere in pratica anche con questi metodi e mostrando che il Setificio è la scelta giusta per chi vuol crescere unendo fantasia e competenze?

Aspetto dei commenti, queste pagine restano sempre aperte per ferie!


colonna destra
ISIS Paolo Carcano - via Castelnuovo, 5 - 22100 Como
tel: 031 271 416 - fax: 031 303 257 - e-mail: info@setificio.com - p.e.c.: isispcarcano@certificazioneposta.it
C.M. COIS00700E     C.F. 800 198 601 31
[Creative Commons License]
I contenuti di questo sito, salvo diversa indicazione, sono rilasciati sotto una licenza Creative Commons License.
Tutti i marchi sono di proprietà dei rispettivi proprietari.